Il meteo interiore


Make sense, Grounding, Mindfullness

18 Nov 2019

Vi prendete il tempo di fermarvi a osservare il vostro cielo interiore? Essere all’ascolto del nostro meteo interiore ci permette di accettare e comprendere meglio ciò che viviamo.

Molti di noi controllano le previsioni meteorologiche prima di cominciare la giornata. È diventata un’abitudine che ci permette di adattarci al tempo che farà durante il giorno e di vestirci di conseguenza. Come il tempo, anche il nostro umore è variabile, con la differenza che solo noi possiamo formulare le nostre previsioni per la giornata. Vi prendete il tempo di fermarvi a osservare il vostro cielo interiore? Essere all’ascolto del nostro meteo interiore ci permette di accettare e comprendere meglio ciò che viviamo. Inoltre ci dà la possibilità di adattare al meglio i nostri comportamenti anziché lasciarci guidare dai nostri automatismi.

Esercizio.

Questo esercizio consta di tre parti, ciascuna di un minuto circa, e ci permette di fare il punto su ciò che accade dentro di noi, di ascoltare il nostro “meteo interiore” per essere più presenti.

Prima parte.

Ponetevi la seguente domanda: “Che cosa sta accadendo dentro di me, adesso?” Prendete consapevolezza delle vostre sensazioni corporee nel luogo in cui vi trovate. Successivamente osservate lo stato della vostra mente: ci sono dei pensieri che affiorano? Quali? Qual è l’emozione presente adesso?

Seconda parte.

Prendete consapevolezza del vostro respiro; concentratevi sulla respirazione nella zona addominale. È possibile che i vostri pensieri vi conducano altrove. Semplicemente e lentamente, riportate la vostra attenzione sul vostro respiro.

Terza parte.

Prendete consapevolezza di tutte le vostre sensazioni, dai piedi alla testa, un po’ come se il corpo fosse un’unica cellula che respira. Qual è l’espressione del vostro viso? Connettetevi con tutti i vostri sensi: che cosa sentite? Quali sono le forme e i colori del mondo che vi circonda? Collegatevi a esso; siete qui, presenti, pronti ad agire o a non fare niente, come preferite!

related articles